Tillandsia

Spazio per discutere e mostrare le foto delle nostre piante

Re: Tillandsia

Messaggioda ananxx » 22/01/2013, 23:27

:P
leggo solo ora
meraviglioso

capiti giusto giusto
una mia pianta ... non chiedermi il nome :x
ha fiorito e ora ha i semi prossimi alla raccolta... la pianta pare si stia seccando ( è normale che muoia dopo la fioritura?)
i semi come vanno trattati?
antonio
Avatar utente
ananxx
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 12/04/2007, 23:37
Località: (Treviso)
Socio: No
Locazione Invernale: In casa, all'aperto ,In serra fredda
ora anche in camera da letto
Locazione Estiva: All'aperto in giardino e in terrazza
Coltivo dal: 1997

Re: Tillandsia

Messaggioda mariange » 23/01/2013, 20:48

Ciao Antonio, aspettiamo i consigli degli esperti.

Mariangela
mariange
 
Messaggi: 83
Iscritto il: 17/01/2009, 21:57
Località: alpignano (TO)
Socio: Si
Locazione Invernale: serretta, veranda, esterno
Locazione Estiva: esterno
Coltivo dal: 1984

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 08/01/2016, 11:51

Salve sono nuova e mi sono iscritta per saperne di piu sulle tillandsie ne ho un pochine ma sono un inesperta! Puoi aiutarmi?grazie
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda bruno » 08/01/2016, 13:35

Jessica,
in attesa che Antonino ti legga puoi leggere le informazioni generali sulla coltivazione per esempio in questa pagina http://www.tillandsie.net/Pagina.php?CodLink1=4&CodLink2=0&Pagina=Mantenimento e magari, poi, fare delle domande più mirate....
Bruno
Avatar utente
bruno
Amministratore
 
Messaggi: 6175
Iscritto il: 22/08/2007, 12:11
Località: roma
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo, dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1991

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 08/01/2016, 13:52

Lei puo aiutarmi?
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda bruno » 08/01/2016, 13:59

Non ne ho nemmeno una, mi dispiace :)
Bruno
Avatar utente
bruno
Amministratore
 
Messaggi: 6175
Iscritto il: 22/08/2007, 12:11
Località: roma
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo, dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1991

Re: Tillandsia

Messaggioda cmr » 08/01/2016, 17:13

Capita, leggendo post molto vecchi.....
Benvenuta Jessica.
Dai un'occhiata al bel sito di Claudio Camarda, il piu noto coltivatore di tillandsie in Italia. Puoi trovare il suo stand e le sue piante, a prezzi accessibilissimi, presso le più note fiere di giardinaggio.
http://www.tillandsie.com/tillandsieCMS/
Nel frattempo, fai pure le tue domande (magari aprendo una nuova discussione) che qualche anima buona che ti risponda si trova: adesso sono ancora tutti a smaltire i chili di troppo accumulati con le feste :lol:
Carlo.
img_0007_129.jpg


img_0009_927.jpg
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Avatar utente
cmr
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 27/02/2009, 12:45
Località: Italia
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 08/01/2016, 22:42

K bella la tis tillandsia le ho comprate dal fratello di claudio con lo stand in un centro commerciale la mia domanda e' come e quando si riproducono le tillandsie?
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda cmr » 08/01/2016, 23:26

Mi sembra tu abbia un po di fretta! Con le tillandsie, i cactus e le piante grasse e, più in generale chi si occupa di "verde", non può avere tutta questa velocita: la natura ha ritmi molto piu tranquilli rispetto alla frenesia del quotidiano. Alcune piante fioriranno quando saremo talmente anziani e rimbambiti da non ricordare nemmeno più come ci sia finita quella pianta li nella nostra collezione... :lol: :lol: :lol:
Tornando alle tillandsie, se navigavi il sito che ti ho consigliato, avresti potuto vedere alcuni bei video, sono 5, in cui Claudio spiega con molta chiarezza e semplicità tutto quello che c'è da sapere sulla coltivazione, riproduzione e semina comprese, delle tillandsie.
Buona visione.
http://www.tillandsie.com/tillandsieCMS ... e.jsp?id=3
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Avatar utente
cmr
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 27/02/2009, 12:45
Località: Italia
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 11/01/2016, 0:02

No cio che mi frega e' la curiosita...ora pero devo chiedervi aiuto la mia circinata sta marcendo alla base come posso salvarla!? :o
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda cmr » 11/01/2016, 9:20

Le tillandsie con alla base lo pseudobulbo tendono ad accumulare acqua al loro interno. Questa strategia di sopravvivenza è necessaria nei luoghi di origine di queste curiose piante ma può diventare un pericolo ed un veicolo di patologie dalle nostre parti; infatti si consiglia di coltivarle a "testa in giu" proprio per evitare un eccessivo accumulo di acqua.
C'è anche da dire che, come vale per tutti gli esseri viventi, ogni tanto qualcuna ci lascia...
Carlo.
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Avatar utente
cmr
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 27/02/2009, 12:45
Località: Italia
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 11/01/2016, 11:54

Percio non ci sono speranze?
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda cmr » 11/01/2016, 17:12

Difficile indovinare!!!
Prova a controllare quanta pianta è interessata dal marciume e se il marciume stesso abbia raggiunto la parte centrale della pianta.
Se è arrivato al centro, nel punto dove si sviluppa la nuova vegetazione, butta tutto; altrimenti prova a togliere le foglie rovinate e a cambiare modo di coltivazione. Magari la tenevi troppo umida o con poco ricambio di aria, o troppa poca luce: sono diverse le cause scatenanti le patologie.
Prova ad inserire qualche immagine, se puoi.
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Avatar utente
cmr
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 27/02/2009, 12:45
Località: Italia
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda Australian » 12/01/2016, 13:44

A Brisbane (Australia) con clima subtropicale, mia moglie le ha attaccate ad un mezzo turacciolo con i tagli di un paio di vecchie mutandina come cavo. Poi ci ha messo un gancio in modo da appenderle ad un ramo con tanta aria e qualche vaporizzazione quando non piove. Altre tillandsie piu' grandi sono in vaso. Per ora non abbiamo avuto problemi.
Australian
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 08/08/2015, 12:02
Località: Brisbane (Australia)
Socio: No
Locazione Invernale: In giardino con esposizione al sole fino verso mezzogiorno.
Locazione Estiva: In giardino con esposizione al sole fino alle 10.
Coltivo dal: 2000

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 12/01/2016, 15:36

Alla fine ho scoparto che è' un fungo ho provato con un fingicida....ora ho la seleriana praticamente appoggiata in un vasetto di terra cotta con tanti micro foricon dentro tutti piccoli pezzetti di corteggia che pensate rimarrà asciutta?
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda Australian » 12/01/2016, 23:59

Se non la bagni e la tieni fuori dalla possibile pioggia, dovrebbe asciugare.
Australian
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 08/08/2015, 12:02
Località: Brisbane (Australia)
Socio: No
Locazione Invernale: In giardino con esposizione al sole fino verso mezzogiorno.
Locazione Estiva: In giardino con esposizione al sole fino alle 10.
Coltivo dal: 2000

Re: Tillandsia

Messaggioda jessica » 19/01/2016, 20:53

buona sera la mia tillandsia rubra ha finito la fioritura e bei fiorellini ci sono i semini come posso farli riprodurre?
jessica
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 08/01/2016, 0:36
Località: lanuvio
Socio: No
Coltivo dal: 2015

Re: Tillandsia

Messaggioda johan van marm » 25/01/2016, 13:58

anche possibili tutto anno fuori

tanti saluti
johan

gennaio 16,monterchi 022.JPG

gennaio 16,monterchi 023.JPG

gennaio 16,monterchi 024.JPG
johan van marm
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 06/10/2012, 23:01
Località: arezzo
Socio: No
Coltivo dal: 1996

Re: Tillandsia

Messaggioda Cix » 30/01/2016, 21:17

Ciao a tutti,
sono nuovo del forum e questo è il mio primo messaggio, sono uno studente di biotecnologie ambientali ed ho da poco studiato i bioindicatori usati per il monitoraggio dell'inquinamento. Allora mi sono domandato, ci sono piante che posso usare anche dentro casa che assorbono l'inquinamento? Facendo un po' di ricerche su internet mi sono imbattuto nella Tillandsia.
Volevo sapere, prima di passare all'aspetto della coltivazione, quali sono le specie che hanno un maggior rendimento e quali particelle sono in grado assorbire e metabolizzare.
Cix
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 30/01/2016, 20:21
Località: Pisa
Socio: No
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda Australian » 30/01/2016, 23:48

Non credo che le tillandsia aiutino contro il bio-inquinamento. Ci sono altre piante per questo. Il neem e' un grande produttore di ossigeno. Non credo che succulente e cactus ricadano nel campo che stai studiando. C'e' un libro in merito basato su studi della NASA. Il titole e' "How to grow fresh air" e l'autore e' B. C. Wolverton.
Australian
 
Messaggi: 129
Iscritto il: 08/08/2015, 12:02
Località: Brisbane (Australia)
Socio: No
Locazione Invernale: In giardino con esposizione al sole fino verso mezzogiorno.
Locazione Estiva: In giardino con esposizione al sole fino alle 10.
Coltivo dal: 2000

Re: Tillandsia

Messaggioda cmr » 31/01/2016, 9:43

Ti copio/incollo dal sito di Claudio Camarda
http://www.tillandsie.com/tillandsieCMS/text.jsp?id=0

"Le tillandsie non hanno mai smesso di sorprendere e incuriosire gli amanti della natura e di interessare gli studiosi. I ricercatori del Dipartimento "G. Ciamician" dell'Università di Bologna in collaborazione con il professore Luigi Birghigna dell'Università di Firenze hanno ottenuto interessanti risultati nella ricerca, ancora in corso, sulla capacità delle Tillandsie di assorbire gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), creati dai processi di incompleta combustione di benzina e gasolio. Gli IPA sono pericolosi agenti inquinanti di accertata attività cancerogena prodotti principalmente dal traffico, dal riscaldamento domestico e dalla attività industriale. Le Tillandsie, data la loro vita aerea, sono immuni all'inquinamento terrestre e possono svolgere bene la funzione di biorivelatore di inquinanti atmosferici. Nella ricerca sono state impiegate Tillandsie Caput Medusae e Bulbosa, ma le caratteristiche che le rendono idonee per il biomonitoraggio ambientale sono comuni a tutte le specie e già qualcuno ha immaginato, per un futuro non lontano, grandi pannelli ricoperti di Tillandsie da sistemare nei punti dove più intenso sia il traffico. Siffatti pannelli sarebbero auspicabili perché oltre a fornire ragguagli sullo stato dell'aria potrebbero ripulirla e creare negli affannati viaggiatori la rilassante illusione di trovarsi, anziché in mezzo al caos cittadino, in qualche incontaminata regione delle foreste sudamericane.

Altre ricerche portate a termine negli Stati Uniti hanno scoperto nelle Tillansie la disposizione ad assorbire anche altri agenti inquinanti come formaldeide, radon, anidride solforosa, ozono e fumo di sigarette. Questa capacità le rende efficaci per combattere quella che viene definita sick building syndrome (SBS) ossia sindrome dell'edificio malato, dovuta alla presenza nell'aria domestica di tali sostanze, che può provocare emicrania, affaticamento, sonnolenza, irritazione al naso, nausea e perdita di concentrazione. Se a queste caratteristiche aggiungiamo la semplicità della coltivazione -come si vedrà in seguito-, possiamo dire che la Tillandsia con le sue forme insolite e i delicati colori delle foglie che contrastano piacevolmente con le tinte vivaci dei fiori, è la pianta ideale per rallegrare le nostre stanze chiedendo in cambio solo pochi minuti del nostro tempo."
"Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire." A. M.
Avatar utente
cmr
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 27/02/2009, 12:45
Località: Italia
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: Tillandsia

Messaggioda Cix » 31/01/2016, 10:27

cmr ha scritto:Ti copio/incollo dal sito di Claudio Camarda
http://www.tillandsie.com/tillandsieCMS/text.jsp?id=0

"Le tillandsie non hanno mai smesso di sorprendere e incuriosire gli amanti della natura e di interessare gli studiosi. I ricercatori del Dipartimento "G. Ciamician" dell'Università di Bologna in collaborazione con il professore Luigi Birghigna dell'Università di Firenze hanno ottenuto interessanti risultati nella ricerca, ancora in corso, sulla capacità delle Tillandsie di assorbire gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA), creati dai processi di incompleta combustione di benzina e gasolio. Gli IPA sono pericolosi agenti inquinanti di accertata attività cancerogena prodotti principalmente dal traffico, dal riscaldamento domestico e dalla attività industriale. Le Tillandsie, data la loro vita aerea, sono immuni all'inquinamento terrestre e possono svolgere bene la funzione di biorivelatore di inquinanti atmosferici. Nella ricerca sono state impiegate Tillandsie Caput Medusae e Bulbosa, ma le caratteristiche che le rendono idonee per il biomonitoraggio ambientale sono comuni a tutte le specie e già qualcuno ha immaginato, per un futuro non lontano, grandi pannelli ricoperti di Tillandsie da sistemare nei punti dove più intenso sia il traffico. Siffatti pannelli sarebbero auspicabili perché oltre a fornire ragguagli sullo stato dell'aria potrebbero ripulirla e creare negli affannati viaggiatori la rilassante illusione di trovarsi, anziché in mezzo al caos cittadino, in qualche incontaminata regione delle foreste sudamericane.

Altre ricerche portate a termine negli Stati Uniti hanno scoperto nelle Tillansie la disposizione ad assorbire anche altri agenti inquinanti come formaldeide, radon, anidride solforosa, ozono e fumo di sigarette. Questa capacità le rende efficaci per combattere quella che viene definita sick building syndrome (SBS) ossia sindrome dell'edificio malato, dovuta alla presenza nell'aria domestica di tali sostanze, che può provocare emicrania, affaticamento, sonnolenza, irritazione al naso, nausea e perdita di concentrazione. Se a queste caratteristiche aggiungiamo la semplicità della coltivazione -come si vedrà in seguito-, possiamo dire che la Tillandsia con le sue forme insolite e i delicati colori delle foglie che contrastano piacevolmente con le tinte vivaci dei fiori, è la pianta ideale per rallegrare le nostre stanze chiedendo in cambio solo pochi minuti del nostro tempo."


Ho guardato anche il video dell'intervento di Claudio Camarda a "cose dell'altro Geo" dove dice che in un appartamento di 60 metri quadrati per avere risultati significativi ci vogliono circa 3 kg di Tillandsie.
Cix
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 30/01/2016, 20:21
Località: Pisa
Socio: No
Coltivo dal: 0

Precedente

Torna a Cactus, Succulente & Caudiciformi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron