Pagina 1 di 1

Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 19:21
da Lele
Quest'anno ho avuto un bel successo con le ascleps.

Sì, ho detto successo.

Perchè TALVOLTA, RARAMENTE, DI QUANDO IN QUANDO, danno pure soddisfazioni.

Metti il quasi totale debellamento della cocciniglia, metti che alcune piante le ho portate in serra (no, non è mia), molte hanno deciso di fiorire. Alcune per la prima volta in assoluto, altre le ho semplicemente comprate quest'anno e m'hanno salutato a loro modo.

Gon.cycl.fl.jpg
Gonolobus cyclophyllus, un straordinario semenzale di soli 16 mesi.


Orb.pulch.fl.jpg
Orbea pulchella


Orb.pulch.corona.jpg


Duv.polita.fl.jpg
Duvalia polita


Ech.repens.fl.jpg
Echidnopsis repens

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 19:26
da Lele
O.semitub.fl.jpg
Orbea semitubiflora


Orb.semit.6ptfl.jpg
Un fiore abberrante a 6 lobi


Duvang.jpg
Duvalia angustiloba


C.conr.bloom.jpg
Ceropegia conrathii, da semi della ReDS


Carhex2.jpg
Caralluma hexagona

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 19:35
da Lele
DSCN5997.jpg
Orbea semitubiflora. Questa sta in un vaso 20x20x10. Lo spazio per certe specie è fondamentale, specialmente per queste che producono stoloni sotterranei. Chiedono spazio, accontentiamole!


Duv.eleg.fl.jpg
Duvalia elegans


Duv.polit.fl.laterale.jpg
La Duvalia polita di prima, vista da lato


Huern.hystr.fl.jpg
Huernia hystrix


Huern.zebr.flw.jpg
Huernia zebrina, da una talea presa dalla mia pianta madre e messa in un 20x20x10.


Monoll.hex.flw.jpg
Caralluma hexagona (ora Monolluma). L'unico clone che m'era rimasto ha iniziato a fiorire quest'anno, e in modo continuo. Ed ogni volta con sempre più fiori!
Dico "m'era rimasto", al passato, perchè son riuscito a trovargli il/la consorte proveniente dalla stessa località. Il prossimo anno, fioriture permettendo, si tenta l'impollinazione!

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 19:39
da Lele
Ultimo post. A questa gli voglio dedicare un post tutto suo.
Brachystelma maritae!
Ne ho preso una coppia qualche mese fa da Specks. Non credevo che quest'anno le avrei viste in fiore. Purtroppo una delle due ha abortito i bocci precocemente, quindi per quest'anno niente impollinazione. L'odore è indescrivibile. Da lontano sembra solo letame (lontano = 2-3 metri), ma annusandola da vicino ha un'altra sfumatura di lezzo. Ignobile a dir poco.

Brach.marit.fl.4.jpg


Brach.marit.fl6.jpg


Brach.marit.fl3.jpg


Brach.marit.fl2.jpg


Brach.marit.fl1.jpg

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 20:44
da SoulGr0ove
Spettacolari!!! :mrgreen:

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 21:02
da millina
non ci sono parole :o :P :o :P :o :P :o :P mi è venuto un coccolone e la mascella è arrivata ai piedi super super fantastiche :D

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 02/10/2015, 21:59
da fralpa
Bravo Gabriele :up: fioriture fantastiche
Ciao :D
Francesca

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 9:46
da piedone
Dopo le doverose congratulazioni per i risultati ottenuti, devo fare due precisazioni.
Il nome nuovo della C. Hexagona è Sulcolluma hexagona. Ti consiglio di leggere l'articolo di D. Plowes sulla revisione del genere caralluma nel numero 107 di Asklepios. La sua tassonomia non è universalmente accettata per intero ma tutti concorrono sul nome Sulcolluma.
Perché pensi che l'impolinazione delle stapelie richieda sempre due cloni diversi? A me non risulta.

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 14:57
da Lele
piedone ha scritto:Dopo le doverose congratulazioni per i risultati ottenuti, devo fare due precisazioni.
Il nome nuovo della C. Hexagona è Sulcolluma hexagona. Ti consiglio di leggere l'articolo di D. Plowes sulla revisione del genere caralluma nel numero 107 di Asklepios. La sua tassonomia non è universalmente accettata per intero ma tutti concorrono sul nome Sulcolluma.


Basandomi sul sito Asclepidarium.de ero rimasto ancora a Monolluma, e di fatti mi sono spesso chiesto se sia meglio usare il nome Caralluma per una gran varietà di piante, o iniziare a differenziarle (Monolluma, Spathulopethalum, Apteranthes, Desmidorchis etc etc). Non avendo nessuna review in mano, e non avendo quasi nessuna specie in questione, non ho mai avuto gli strumenti per decidere. Vedrò di trovare quel numero di Asklepios, sia per curiostià, sia perchè non ho letteratura riguardante le piante dell'est Africa.


piedone ha scritto:Perché pensi che l'impolinazione delle stapelie richieda sempre due cloni diversi? A me non risulta.


Infatti hai ragione. Non sò perchè ero rimasto fossilizzato con quest'idea. Avevo trovato un bell'articolo riguardante l'impollinazione manuale delle ascleps e in fondo c'era una tabella con i dati ottenuti da diverse impollinazioni. C'erano stati molti tentativi di autoimpollinazione, di cui diversi riusciti, anche se il numero di semi prodotti, e il numero di quelli vitali, è inferiore rispetto ad un'impollinazione incrociata. Giusto ieri sera Gianluca Corazza mi ha fatto la stessa tua domanda, e oggi dovevo provare ad operare, anche solo per iniziare a capire dove metter mano.
La tabella si trova qua in fondo http://www.cactus-mall.com/stapeliad/pollin.html
e vedo con piacere che ci son stati risultati anche con Orbea, Duvalia e Stapelianthus.

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 17:55
da Lele
Ho preso le mie ascleps in fiore (il Brachystelma e una Duvalia polita), delle pinzette fini, un ago, un tot di pazienza, e ho provato ad impollinarle.
La Duvalia è stata la prima. E' stato difficile rimuovere i pollinari, perchè non si capisce bene dove stanno, ma la "serratura" si vedeva chiaramente. CREDO di essere riuscito ad infilarci un pollinario, visto che stava da solo in piedi, in mezzo alla presunta fessura. Ma potrebbe anche solo essere appoggiato, o potrei averlo fatto scorrere dal lato sbagliato.
Il Brachystelma, al contrario, ha pollinari che si rimuovono facilmente, ma la serratura (in inglese è "staminal lock", e non saprei come tradurlo) non credo d'aver capito dove sta. Andando a tentoni, potrei essere riuscito ad impollinarne uno ma con gli stessi rischi prima detti.
Ho provato ad usare una lente d'ingrandimento e non riusciva a mostrarmi nulla che non riuscissi già a vedere ad occhio nudo. Dovrei provare con uno stereomicroscopio. In ogni caso rimane un'operazione snervante, perchè i pollinari non si riescono ad afferrare dal lato giusto. Dovrei forse provare con un pizzico di colla sulla punta di un ago, come suggerito sul sito della Huebner.
Per rilassarsi dopo un'operazione simile è consigliato dare pungi contro il muro urlando.

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 18:15
da piedone
Ho guardato nel sito della Hubner ed in altri posti e ho scoperto che effettivamente per alcuni la hexagona va nel genere monolluma. Addirittura anche per Meve che nel libro con Albers inserisce solo due specie nel genere monolluma (in accordo con Plowes): quadrangula e cicatricosa. Sapevo che altri, in disaccordo con Plowes, nel genere inseriscono anche la socotrana e la solenophora ma è la prima volta che ci vedo anche la hexagona.
In conclusione, stanno facendo una confusione pazzesca. Meglio allora lasciare tutto nel genere caralluma.

L'autofertilità l'ho sperimentata di persona. C. acutangula e socotrana sono state impollinate quando fiorivano da sole ma anche se ricordassi male, c'è un caso che taglia la testa al toro. Ho avuto un solo clone di caralluma edithae capace di fiorire e ad ogni fioritura si formavano sempre uno o più baccelli. Posso escludere anche che si tratti di ibridazione perchè le piante nate da quei semi sono state sempre pure.

L'impollinazione manuale delle stapelie è estremamente complicata (io ci ho levato mano subito). È necessario un microscopio e una mano da chirurgo. La parte difficile non è estrarre il pollinario ma inserirlo nella “serratura”. Non basta semplicemente appoggiarlo, altrimenti le ibridazioni sarebbero all'ordine del giorno. Ogni specie ha la sua “serratura” e non tutte le “chiavi” vanno bene. L'incrocio è posssibile tra specie che hanno “serrature” della stessa dimensione.

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 18:27
da giovangi
Ciao Gabriele, è sempre un piacere vedere che nulla può fermarti :) ... ma risparmia il muro ;)

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 21:01
da KatyaB
:P :P :P :P :P ................Perché io non riesco ad avere feeling con loro, salvo pochissime eccezioni????? Bellissime, stupende, fantastiche: hai una collezione davvero strepitosa, complimenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Katya

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 03/10/2015, 23:57
da millina
per Gabriele e Piedone conversazione interessante mi piace molto :D ma una domanda avete provato ad assumere uno scassinatore per tutte quelle serrature? :lol: :lol: :lol: :D scusate ma non ho resistito :D sogni d'oro

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 04/10/2015, 8:11
da piedone
Beh apprezza almeno il fatto che non abbiamo usato il linguaggio degli elettricisti per indicare spina e presa. :lol: :lol: :lol: :razz2:

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 17/10/2015, 10:49
da Lele
C.aristoloch.fl.jpg
Ceropegia aristolochioides. Era una piccola talea, ma in una sola stagione ha tirato fuori due tralci di 1,5-2,0 metri l'uno. Quest'anno i rampicanti mi son cresciuti parecchio bene, e l'unico trucco è stato accontentarli dandogli qualcosa su cui aggrapparsi.


C.aristoloch.fl2.jpg


Stap.madagascariensis.JPG
Stapelianthus madagascariensis


Stap.madag.fl1.jpg


H.somal.fl2.jpg
Huernia somalica

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 17/10/2015, 14:38
da millina
bellissime la ceropegia di più è fantastica
:)

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 19/10/2015, 15:37
da Aloevera
A me piacciono moltissimo questi fiori. :)
Grazie ad un amico del forum ho anch'io qualche esemplare :clap: :clap: :clap:
Spero di poter postare l'estate possima i primi fiori :D

Re: Ascleps, amore e croce dei verdurofili

MessaggioInviato: 25/10/2015, 22:35
da KatyaB
Stupende anche queste, anche se purtroppo, torno a dire, con loro anche se mi piacciono moltissimo ho poco feeling (nessun problema in estate, ma l'inverno.....). La Ceropegia è bellissima, ma anche lo Stapelianthus......
Katya