Pagina 1 di 1

Le più comuni, sono sempre le migliori

MessaggioInviato: 23/05/2016, 9:38
da Mariangela
Le piante più comuni sono quelle che danno le maggiori soddisfazioni, secondo me. :wink:
Ho acquistato questo ibrido di milii vent'anni fa. Era alta nemmeno cinque centimetri. Ora, per contenerla, non solo è nello stesso vaso da almeno dieci anni, senza ricevere un briciolo di concime, ma è pure stata brutalmente potata. Fiorisce da vent'anni, sempre, estate e inverno.
DSCF4093.JPG
DSCF4094.JPG
DSCF4095.JPG

La cosa curiosa di questa pianta, che era stata acquistata come Euphorbia keysii (mai trovata una specie con tale nome :hmm: ) è che ha solo fiori femminili.
La milii e i suoi ibribidi hanno fiori maschili e femminili insieme.
Piccola nota colturale: ho provato a seminare delle milii (ibridi). Sono lentissime. Le mie due piantine hanno due anni e sono alte appena due centimetri.

Mariangela

Re: Le più comuni, sono sempre le migliori

MessaggioInviato: 23/05/2016, 20:49
da Aloevera
Mi piace tanto il suo intrigo di rami :)
Che esposizione preferisce? ne ho due ,una piccolina che fiorisce e una grande che stenta a rimettere su le foglioline perse e tanto meno i fiori

Re: Le più comuni, sono sempre le migliori

MessaggioInviato: 24/05/2016, 9:13
da Mariangela
D'inverno la tengo in un capannone industriale, nella parte non riscaldata, dove la temperatura si aggira intorno ai 10/15 gradi. Freddino, ma molto luminoso. La bagno pochissimo. Diciamo che in generale tendo a dimenticarmela. D'estate, sta fuori all'aperto, in pieno sole, praticamente tutto il giorno e, ovviamente, sotto la pioggia. Le spine sono audacissime. Le foglie al sole si colorano molto. D'inverno cadono quasi tutte, ne rimangono davvero poche. I fiori invece persistono.
Ho notato che le piante che si comprano ora, (la milli e ibridi sono ottime piante da cimitero), riportate in casa d'inverno difficilmente sopravvivono. Sono tutte coltivate in torba, ma anche se si cambi la terra c'è poco da fare. Non ho capito il perchè. Si possono tenere sia al caldo che al freddo, tanto non cambia nulla. :(

Mariangela