Pagina 1 di 1

SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 05/06/2017, 14:39
da Mariangela
La prima cosa che voglio fare è ringraziare i responsabili del giardino per l'ospitalità e complimentarmi con loro per il lavoro incredibile che hanno fatto. Dove prima c'era una discarica, ora c'è un posto meraviglioso. :clap2: Voglio complimentarmi anche con il cuoco, bravissimo. :up: Abbiamo mangiato davvero bene.
Abbiamo avuto il piacere di avere con noi il Vice-Presidente dell'AIAS, Emilio Capacci, grazie Emilio. E non è mancata ( e come poteva?) una nostra storica socia di Catania con il marito. Grazie Maria e grazie Angelo. Domani metterò qualche foto, giusto per mostrare, a chi è rimasto a casa, cosa si è perso. :razz2:

Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 05/06/2017, 18:05
da pulcius
Grazie a voi per l'invito, ci siamo sentiti veramente fra amici e spero che nei prossimi anni possa nascere un'intensa collaborazione tra le associazioni che si occupano di piante succulente.
Anch'io voglio ringraziare i gestori dell'orto botanico per la loro simpatica accoglienza e voglio anche complimentarmi con loro per l'immane e magnifico lavoro che hanno fatto e che continuano a fare. Grazie per il succulento pranzo degno di 4 stelle Michelin.
DSCN5974-001.JPG

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 05/06/2017, 20:38
da bruno
Mi fa piacere sentire che è andato tutto bene, spero di poter essere presente il prossimo anno.
E naturalmente aspettiamo altre foto :)

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 06/06/2017, 8:58
da Mariangela
Ed eccole qui le altre foto. Il giardino è curatissimo. Tutto è stato realizzato da dei volontari, persino le splendide panchine che vedrete qui.
DSCF4583.JPG
DSCF4584.JPG
DSCF4585.JPG
DSCF4586.JPG
DSCF4587.JPG


Queste alcune delle piante della serra grande.
A dopo con le altre.

Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 06/06/2017, 9:18
da Mariangela
I vialetti con il giardino degli aromi, le officinali, una delle panchine, il laghetto, ma c'è altro ancora, l'orto, per esempio. Non ho fotografato tutto.
DSCF4589.JPG
DSCF4593.JPG
DSCF4594.JPG
DSCF4595.JPG


Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 06/06/2017, 9:35
da Mariangela
Terza puntata: la serra di Andrea. Questa è solo una piccolissima parte di quello che c'è da vedere.
DSCF4596.JPG
DSCF4597.JPG
DSCF4598.JPG
DSCF4599.JPG
[attachment=
DSCF4600.JPG
DSCF4601.JPG
DSCF4604.JPG
DSCF4608.JPG
DSCF4609.JPG


Le piante hanno dimensioni spettacolari e sono coltivate meravigliosamente bene. Neanche un esercito di giardinieri riuscirebbe a fare meglio. :P

Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 06/06/2017, 10:04
da Mariangela
Il giardino, non è solo un bell'insieme di piante, ma ha finalità sociali: è un luogo d'incontro, terapeutico, di aggregazione, di svago per bambini ed anziani.
E si riproducono piante, comprese quelle di appendice I, (con tanto di permessi CITES, ovvio), che vengono poi poste in vendita per raccogliere fondi da investire nelle molte iniziative.
Qui un piccolo esempio delle riproduzioni.
DSCF4605.JPG
DSCF4606.JPG
DSCF4607.JPG
[attachment=2
DSCF4610.JPG
DSCF4611.JPG
Il giardino roccioso
DSCF4617.JPG
La serra grande e il meraviglioso panorama che si ha di fronte


E' un giardino da visitare assolutamente.
Il nostro soggiorno toscano si è concluso con una visita al Cactus Center per godere della fioritura delle Hoya. Ma questa è un'altra storia. A poi ...

Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 08/06/2017, 14:39
da Mariangela
L'incontro è stato, ovviamente, anche l'occasione per fare il punto della situazione. Riassumo in breve.
Lo scorso anno i soci sono stati 406, 396 fra ordinari e sostenitori e 10 simpatizzanti. Nonostante l'ulteriore diminuzione degli iscritti e dei due attacchi hacker, che ci hanno costretto a spendere per soldini per rimettere a posto sito e forum, (spesa assolutamente non prevista :furious: ) abbiamo chiuso con un'attivo di 960.00 Euro e spiccoli. Al momento, i soci sono 280. Riusciremo ugualmente a stampare il secondo numero, come promesso, che, tra parentesi, sarà un numero favoloso: Sclerocactus e Pediocactus, una vera e propria monografia, Euphorbia decidua, fotografata in habitat, Thelocephala, con foto in habitat e in coltivazione e chissà cos'altro. Ma potrebbe essere l'ultimo numero. :cry: Dopo 21 anni, la rivista Cactus & co potrebbe chiudere, :weep:, forse solo momentaneamente, ma chissà.
Un tempo non ci spaventava chiudere i bilanci con passivi che toccavano cifre importanti, qualche migliaia di euro, perchè eravamo certi che l'anno successivo saremmo riusciti a ripianare. Ora siamo di fronte ad un disinteresse sempre crescente; trovare i soldi diventa sempre più difficile e francamente la cosa comincia a pesarci.
Se la cultura non interessa più, ci siamo detti, inutile continuare a stampare la rivista. Sospendiamo le pubblicazioni e limitiamoci alle attività locali, là dove ci sono persone disponibili ad organizzare, ovvio. Nell'eventualità dovessimo riuscire a raccogliere qualche soldino, con la vendita degli arretrati e dei libri, potremmo investirli in un altro e-book. Il materiale non ci manca. Naturalmente, senza rivista, la quota associativa sarà abbassata in maniera consistente.
Abbiamo concluso la discussione, decidendo di rimandare a voi qualsiasi decisione al riguardo. Troverete qui un sondaggio, al quale, io spero vorrete rispondere. Noterete che la quota associativa più alta e comunque più bassa rispetto all'attuale. La ragione è semplice: è stato fatto notare che, forse, il numero dei soci, potrebbe essere più alto se la quota fosse più bassa. In base alle vostre risposte, decideremo il da farsi.
Grazie

Mariangela

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 10/06/2017, 8:36
da Chiara
Grazie per le foto, Mariangela, avevo intuito che l'orto botanico meritasse una visita, non solo per le piante ma anche per le persone che l'hanno costruito!

Re: SOTTOVICO: il giorno dopo

MessaggioInviato: 10/06/2020, 6:37
da Moreno
Mi hanno detto che effettivamente merita una visita, oltretutto non è lontano da casa mia, abito in Prov. di Pisa. Ci vado.
Grazie delle belle foto.