La flora di Ansedonia

Spazio dedicato alle succulente italiane ed a quelle aliene che si sono adattate a vivere nel nostro ambiente naturale

La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 13/07/2012, 15:13

Un po' di tempo fà son andato al mare ad Ansedonia. Il fondale non è male, ma ho visto certamente di meglio. La giornata era bella, e il mare, visto il vento che tirava, c'ha costretto ad andare qui.
Ma oggi, voglio mostrarvi cosa cresce sulla costa, ricca di vegetazione succulenta.

Agavi.JPG
Avvicinandosi alla casa di D'Annunzio, ecco che dietro c'è una selva di Agave americana in fiore...


Opuntia.JPG
.. e delle grosse Opuntia ficus-indica


Yucca.JPG
Yucca sp. (da identificare)


Opuntia 2.JPG
Un'altra grossa Opuntia (da identificare)


Soldanella.JPG
Calystegia soldanella


Agave 1.JPG
Un pollone di Agave, che ha strisciato sotto terra fino a spuntare fuori diversi metri più in là dalla madre.


cardo marittimo.JPG
Eringium maritimum


DSCN0503.JPG
Una strana pianta. E' la prima volta che la vedo. Ha delle foglie succulente, e tutta la pianta è totalmente coperta da una lanuggine bianca.


Carpoburtus.JPG
Carpoburtus edulis


DSCN0507.JPG
Carpoburtus e Pancratium


[continua]
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 13/07/2012, 15:24

DSCN0487.JPG
Ora, ci s'avvicina alla parete dello Spacco della Regina.


DSCN0508.JPG
...e intanto ecco i ginepri fenici che crescono sulle pareti, a mò di bonsai.


DSCN0510.JPG


DSCN0514.JPG
Crithmum maritimum, o finocchio di mare.


DSCN0519.JPG


DSCN0523.JPG
Euphorbia dendroides, in riposo estivo.


DSCN0527.JPG
Ansedonia vista dall'alto.


DSCN0531.JPG
Un'Opuntia in fiore.


DSCN0538.JPG
Una piccola euphorbia annuale (da identificare)


DSCN0543.JPG
Una curiosa pianta che cresce sempre sulle roccie. Forma un fusto legnoso e contorto, la fioritura è simile a quello di una crassula.


DSCN0544.JPG
un esemplare più grosso...


DSCN0557.JPG
... ed uno morto.


DSCN0558.JPG
Un euphorbia annuale nel deserto sudafricano.
O è sempre Ansedonia.
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda FrancescoC » 13/07/2012, 16:04

Per quanto queste piante possano appassionarci, vedere yucca, agave, opuntia e carpobrotus mi fa pensare che l'ambiente naturale sia ormai degradato. :( Sarebbe buona cosa estirpare tutto e lasciare spazio alla flora autoctona.
FrancescoC
 
Messaggi: 442
Iscritto il: 30/05/2011, 16:50
Località: Pisa
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzi (est e sud)
Locazione Estiva: Terrazzi (est e sud)
Coltivo dal: 2009

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Rachele » 13/07/2012, 20:19

Bellissimo reportage Lele.
Grazie x la visita guidata :)
Ke la forza sia con te...
Avatar utente
Rachele
Moderatrice
 
Messaggi: 5705
Iscritto il: 24/07/2009, 9:16
Località: Forlì
Socio: Si
Locazione Invernale: Serra riscaldata, garage,corridoio,bagno adibito solo a piante,e ovunque si creino le condizioni ideali!
Locazione Estiva: Serra aperta , giardino e veranda , appese agli alberi...ovunque!
Coltivo dal: 1996

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Mariangela » 14/07/2012, 8:52

Finalmente qualche aliena e non sempre i soliti semprevivi e Sedum! :P Ci volela il nostro Lele. :kiss:
Però, però, caro Lele da te mi sarei aspettata un reportage più "scientifico", completo di tutti quei dettagli che permettessero di meglio individuare e capire cosa cavolo cresce lì. Ci sono delle cose interessanti. Quella pianta con fiori simili alle Crassula, per esempio. Che sarà? E quella stupenda specie con foglie grigio-argento. Una succulenta? Ma?
Francesco: il Carpobrotus rappresenta certamente un flagello. Ha invaso le coste di mezza Italia, togliendo spazio alle piante autoctone, ma non sarei per l'eradicazione totale di tutto. Opunzie e Agavi sono ormai diventate elementi nel nostro paesaggio. Magari cercherei di tenere sotto controllo le aliene.

Mariangela
Avatar utente
Mariangela
Segretaria
 
Messaggi: 3457
Iscritto il: 09/07/2009, 14:18
Località: PESSANO C/BORNAGO (MI)
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 14/07/2012, 9:29

Ecco altre foto di quella bizzarria. Queste son state fatte un paio d'anni fà, a Talamone. Anche qui, crescono esclusivamente sulla roccia, in prossimità del mare.

130220111438.jpg


130220111439.jpg


130220111440.jpg


Ho notato che hanno una buona resistenza alla salsedine, non solo perchè le vedo solo vicino all'acqua, ma anche perchè ad Ansedonia ho visto esemplari con foglie piene di sale.
Ho provato a prelevare qualche talea da piante molto grosse (per minimizzare il danno), qualche semenzale (c'era una franata pienissima di plantule) e un rametto secco con i frutti, così potrò valutarne se è possibile l'eventuale radicazione e il recupero dei semi. L'unica cosa scientifica che posso dire di preciso, è che il fiore è a 5 petali, sicchè restringiamo il campo di ricerca alle dicotiledoni.
Per quella bianca... boh, di più non saprei dire. Ha così tanti tricomi che è totalmente bianca, e al tatto sembra feltro. Mai visto qualcosa di più lanuginoso. Gli aracnoideum in confronto sò nudi. Una lanosità simile gli consente di riflettere i raggi in eccesso, di evitare di perdere troppa acqua, di non surriscaldarsi e di mantenere un microclima più umido intorno agli stomi. Ho preso due rametti, ho provato a farli radicare. Tutt'ora sembrano sani. Se radicheranno avrò modo di capire meglio come vive e spero di poterla moltiplicare.

Magari non potrò prendere i semi del Pancratium, però se avrò l'occasione posso sempre procurare per la ReDS i semi del cardo marittimo. Per valorizzare la nostra flora costiera u__u

Una nota sulle Euphorbia dendroides, è che, guardacaso, molti esemplari grossi stanno in cima alla rupe, dove posso sparare i semi a distanze superiori. Gli unici semi recuperabili si trovano attaccati alle ragnatele che avvolgono i fiori... ma quest'anno bottino nullo. Provai a prelevare talee di cloni diversi lo scorso anno, ma non radicarono.
Quando ci son stato, ormai le piante erano già in dormienza. Se ben ricordo, dovrebbero riprendere a vegetare tra 1-2 mesi.
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Mariangela » 14/07/2012, 14:25

Lele, ma è una succulenta? Quelle foglioline a rosetta tenere, tenere sono sue?
Scusa, ma ho qualche problemuccio di vista.

Mariangela
Avatar utente
Mariangela
Segretaria
 
Messaggi: 3457
Iscritto il: 09/07/2009, 14:18
Località: PESSANO C/BORNAGO (MI)
Socio: Si
Coltivo dal: 0

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 14/07/2012, 14:59

Sisi, son sue quelle foglie. Son ben coriacee, fatto apposta per resistere alla siccità, come quelle dell'olivo. Magari non sarà una succulenta, ma è definibile almeno come xerofita.
In queste ultime 3 foto si vede bene anche i rametti dove aveva fatto i fiori.
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 13/08/2012, 22:43

Il vento era a sfavore, sicchè invece d'andare in barca mio padre propone un altro posto per passare la giornata al mare. Stavolta si và ad Ansedonia, ma in un altro posto. Ovvero dalla parte opposta in cui ho scattato le foto sopra mostrate, tra una villa e l'altra, dove ci sono 100 metri di scogliera libera.

ansedoniahabitat.jpg
Il litorale è questo. Roccia, roccia, roccia, un poca di terra, e tante piante con tanta pazienza.


Ed ecco che si ripresenta lei.
Facendo una breve googlata, e cercando a caso, ho trovato che fà parte del genere Limonium. Tuttavia, qui ne abbiamo moltissime specie quasi irriconoscibili tra di loro, così lo chiamerò "Limonium sp. - Ansedonia".
Pare che per ogni fiore produca un frutto con un solo seme. Dovrò far attenzione a quando maturano...

DSCN1099.jpg


DSCN1103.jpg


DSCN1109.jpg


DSCN1111.jpg


Ed infine, di nuovo questa Euphorbia annuale

euph1.jpg


euph2.jpg
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010

Re: La flora di Ansedonia

Messaggioda Lele » 17/08/2013, 15:57

Finalmente ho identificato quella cosa bianca fitta fitta di peluria.
Achillea maritima!
Il Gabriele Simone

Una buona approssimazione del termine "sito" ---> http://maremmacactus.altervista.org/
Avatar utente
Lele
 
Messaggi: 686
Iscritto il: 31/10/2010, 17:29
Località: Grosseto
Socio: No
Coltivo dal: 2010


Torna a Indigene & Intruse

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron