Scarificazione+stratificazione?

Consigli e tecniche per la semina e la propagazione di cactus e succulente

Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda Gaffo » 18/04/2008, 17:13

Ciao a tutti,

mi accingo a seminare per la prima volta Echinocactus horizonthalonius :help: , e, non avendo nessuna intenzione di maneggiare acido solforico, penso di scarificarli con lime lame coltelli aghi spilli carta vetrata (in proposito ho letto diversi post :book: ).

So che la germinazione si giova di un'eventuale stratificazione, e pensavo di tenerli in germinatoio a 30-34 °C di giorno, in frigorifero a 4 °C di notte.

Domanda 1: è saggio scarificare E ANCHE stratificare?

Domanda 2: faccio bene a stratificare così o meglio adottare altri metodi/temperature?

Grazie a tutti per i vostri consigli,
Andrea

Chi può impedire la mente risolutamente ferma nel desiderio di un oggetto determinato; e l'acqua che procede verso il basso?
(KAlidAsa, KumArasambhavam 5 5)

क ईप्सितार्थस्थिरनिश्चयं मनः पयश्च निम्नाभिमुखं प्रतीपयेत् ॥
(कालिदासः, कुमारसम्भवम् ५ ५)
Avatar utente
Gaffo
 
Messaggi: 422
Iscritto il: 14/04/2005, 14:19
Località: Mestre
Locazione Invernale: In casa,In terrazzo ,Dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1996

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda psc » 18/04/2008, 17:19

Gaffo ha scritto:non avendo nessuna intenzione di maneggiare acido solforico


bah, quante storie!
hai mai portato una batteria usata al centro di smaltimento?? Al massimo ti fai qualche buco nei vestiti (a me e' capitato). Comunque, il problema sarebbe reperirlo piu' che maneggiarlo. Inoltre te ne serve pochissimo: io ne metto tre millimetri in un bicchierino di plastica e poi metto i semi, che agito con pinzette di laboratorio. Basta poi stare un po' attenti quando e' il momento di usare l'acqua e sei a posto. Del resto l'h2so4 non inquina neanche...
http://it.wikipedia.org/wiki/Acido_solforico
Ciao,
Stefano
251 m. slm.- Lat 47° 35' 22" N- Long 7° 36' 0" E
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
psc
 
Messaggi: 1977
Iscritto il: 08/05/2006, 15:53
Località: Saint Louis (F)
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 2003

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda gymno » 21/04/2008, 16:25

Comunque sia, non consiglio l'uso di H2SO4 a chi non ha dimestichezza con materiali chimici potenzialmente pericolosi. E' un discorso che vale per qualsiasi cosa, con una motosega puoi potare un albero se la sai usare in sicurezza, ma puoi anche potarti una mano se non sai come usarla. Se sei un biologo, chimico, tecnico di laboratorio o hai comunque esperienza di chimica, sai cosa fare. Altrimenti, corri dei rischi, anche seri (appunto, quando gli versi acqua sopra senza sapere cosa può succedere...).
Tornando alla stratificazione / scarificazione, ho usato questo sistema quando secoli fa mi ero messo a seminare Pediocactus, Sclerocactus, Echinocactus horizonthalonius e parryi. Qualcuno consiglia di scarificare prima di stratificare, altri l'opposto (girando in rete si trova di tutto). Io avevo prima stratificato per un paio di settimane, anche sottozero, poi messo in germinatoio e dopo una settimana avevo scarificato. Per fare questo avevo agito con uno spillo al margine dell'ilo, facendo letteralmente saltare via il "coperchio" del seme. A volte si riusciva anche a togliere il tegumento, lasciando libero l'embrione, a volte no, ma non è mai stato un problema. A questo punto entro una settimana mi germinava il 70% dei semi almeno.
Le variazioni termiche tra giorno e notte non corrispondono a una vera stratificazione, ma sono utili.
Buona fortuna. Sarebbe in effetti interessante fare qualche prova, fotografando il tutto, e poi mettere le foto delle varie fasi sulla rivista.
M.
Avatar utente
gymno
 
Messaggi: 794
Iscritto il: 04/08/2006, 8:17
Località: Rivalta di Torino
Socio: Si
Locazione Invernale: All'aperto, in serra riscaldata
Locazione Estiva: In serra, all'aperto
Coltivo dal: 1980

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda psc » 21/04/2008, 17:02

gymno ha scritto:Comunque sia, non consiglio l'uso di H2SO4 a chi non ha dimestichezza con materiali chimici potenzialmente pericolosi. E' un discorso che vale per qualsiasi cosa, con una motosega puoi potare un albero se la sai usare in sicurezza, ma puoi anche potarti una mano se non sai come usarla.

sono d'accordo.
ma magari poi si sparano insetticidi a manetta senza precauzioni!
Quello che volevo dire e' che bastano poche precauzioni per evitare guai: occhiali guanti e magari un camice e attenzione alla reazione con l'acqua e un po' di accortezza (ovvero fare le cose con la testa) dovrebbero bastare per un adulto medio. Sottolineavo anche che i volumi di acido in gioco sono anche cosi' ridotti da minimizzare i problemi. DEl resto anche pungersi con uno spillo arruginito puo' causare problemi :lol:

gymno ha scritto:Buona fortuna. Sarebbe in effetti interessante fare qualche prova, fotografando il tutto, e poi mettere le foto delle varie fasi sulla rivista.

Sulla rivista dell'AIAS di parecchi anni fa c'era un esperimento fatto dal Sajeva et al. sulla scarificazione di semi di sclerocactus con l'H2SO4. E' il mio vademecum sulla scarificazione! Pero' effettivamente manca un confronto con la scarificazione meccanica...
Ciao,
Stefano
251 m. slm.- Lat 47° 35' 22" N- Long 7° 36' 0" E
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
psc
 
Messaggi: 1977
Iscritto il: 08/05/2006, 15:53
Località: Saint Louis (F)
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 2003

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda gymno » 21/04/2008, 18:24

Quello che dici sulle modestissime dosi di 'H2SO4 necessario e sulle minime precauzioni da usare è giusto, ma io sono stato in lab per molti anni, e non hai idea di cosa non siano riusciti a combinare gli studenti di scienze biologiche. Riempivamo loro la testa sui rischi, passavamo ore a ribadire tutti i pericoli insiti nell'uso di certe sostanze, e poi appena ti giravi dall'altra parte non mancava mai qualcuno che versava direttamente l'acqua in un beker con 30 cc di acido solforico. Una l'abbiamo dovuta portare al volo al pronto soccorso perché oltre a bucarsi i vestiti era riuscita a spruzzarselo in faccia. Per questo ho scritto quanto sopra.
Se avessi tempo!! Sarebbe davvero interessante fare un esperimento, ma scarificare i semi, aspettare la germinazione, fare le foto, richiede un po' di tempo, e sono sempre troppo nei casini. Vediamo, magari prima o poi lo faccio, magari anche comparando con H2SO4. Sarebbe molto interessante.
Massimo
Avatar utente
gymno
 
Messaggi: 794
Iscritto il: 04/08/2006, 8:17
Località: Rivalta di Torino
Socio: Si
Locazione Invernale: All'aperto, in serra riscaldata
Locazione Estiva: In serra, all'aperto
Coltivo dal: 1980

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda Gaffo » 24/04/2008, 8:16

Grazie a tutti per le risposte.

Ero via in questi giorni e le leggo ora soltanto.

Quindi, se non ho capito male, sarebbe meglio prima stratificare i semi, così come sono, senza seminarli (anche metterli sotto zero non sarebe un problema, se mi dite che è utile li metto nel freezer...).

Poi li semino, aspetto una settimana e scarifico (perdonami Stefano, userò la carta vetrata, per molti motivi, anche soprattutto per la pigrizia di andare a cercarne).

Ciao!
Andrea

Chi può impedire la mente risolutamente ferma nel desiderio di un oggetto determinato; e l'acqua che procede verso il basso?
(KAlidAsa, KumArasambhavam 5 5)

क ईप्सितार्थस्थिरनिश्चयं मनः पयश्च निम्नाभिमुखं प्रतीपयेत् ॥
(कालिदासः, कुमारसम्भवम् ५ ५)
Avatar utente
Gaffo
 
Messaggi: 422
Iscritto il: 14/04/2005, 14:19
Località: Mestre
Locazione Invernale: In casa,In terrazzo ,Dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1996

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda psc » 24/04/2008, 10:37

Gaffo ha scritto:Poi li semino, aspetto una settimana e scarifico (perdonami Stefano, userò la carta vetrata, per molti motivi, anche soprattutto per la pigrizia di andare a cercarne).


non ti preoccupare, ti perdono :lol:
Ciao,
Stefano
251 m. slm.- Lat 47° 35' 22" N- Long 7° 36' 0" E
Ve lo meritate Alberto Sordi!
Avatar utente
psc
 
Messaggi: 1977
Iscritto il: 08/05/2006, 15:53
Località: Saint Louis (F)
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 2003

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda ananxx » 27/04/2008, 1:13

:idea: interessante, visto che ho lo stesso problema da risolvere.... anche io scelgo la soluzione "abrasiva"
antonio
Avatar utente
ananxx
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 12/04/2007, 23:37
Località: (Treviso)
Socio: No
Locazione Invernale: In casa, all'aperto ,In serra fredda
ora anche in camera da letto
Locazione Estiva: All'aperto in giardino e in terrazza
Coltivo dal: 1997

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda ananxx » 27/04/2008, 23:40

per curiosità... ci sono altri semi Brno che necessitano di trattamenti simili? :?:
antonio
Avatar utente
ananxx
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: 12/04/2007, 23:37
Località: (Treviso)
Socio: No
Locazione Invernale: In casa, all'aperto ,In serra fredda
ora anche in camera da letto
Locazione Estiva: All'aperto in giardino e in terrazza
Coltivo dal: 1997

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda Gaffo » 28/04/2008, 8:17

Ciao Antonio,

tra quelli che ho acquistato io no (credo).
Andrea

Chi può impedire la mente risolutamente ferma nel desiderio di un oggetto determinato; e l'acqua che procede verso il basso?
(KAlidAsa, KumArasambhavam 5 5)

क ईप्सितार्थस्थिरनिश्चयं मनः पयश्च निम्नाभिमुखं प्रतीपयेत् ॥
(कालिदासः, कुमारसम्भवम् ५ ५)
Avatar utente
Gaffo
 
Messaggi: 422
Iscritto il: 14/04/2005, 14:19
Località: Mestre
Locazione Invernale: In casa,In terrazzo ,Dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1996

Re: Scarificazione+stratificazione?

Messaggioda Gaffo » 19/05/2008, 18:50

Ciao a tutti,

ecco un aggiornamento:

ho stratificato per un paio di settimane tenendo i semi durante il giorno in germinatoio a circa 30 gradi C e la notte nel cassetto del frigorifero a circa 4 gradi C (talvolta li ho dimenticati, così si son fatti delle 24 ore in frigo e delle 24 ore in germinatoio).

Ho seminato e, a una settimana di distanza, su nove ne son nati cinque (senza scarificazione!!!!!).

I rimanenti quattro li ho sfregati su una limetta per unghie, e ho visto che se ne sono staccate delle squame. Forse ho fatto qualche danno (i tegumenti sembrano piuttosto fragili) ma pazienza, essendo la prima volta penso di potermi dire contento, ora sta a farli sopravvivere.

Si consiglia di toglierli presto dal sacchetto, vero?

Grazie e ciao!
Andrea

Chi può impedire la mente risolutamente ferma nel desiderio di un oggetto determinato; e l'acqua che procede verso il basso?
(KAlidAsa, KumArasambhavam 5 5)

क ईप्सितार्थस्थिरनिश्चयं मनः पयश्च निम्नाभिमुखं प्रतीपयेत् ॥
(कालिदासः, कुमारसम्भवम् ५ ५)
Avatar utente
Gaffo
 
Messaggi: 422
Iscritto il: 14/04/2005, 14:19
Località: Mestre
Locazione Invernale: In casa,In terrazzo ,Dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1996


Torna a Semina e propagazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron