Plumerie thailandesi

Consigli e tecniche per la semina e la propagazione di cactus e succulente

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda danymo » 13/08/2011, 9:37

Proprio qualche giorno fa, rileggendo questo post, ho pensato: chissà come stanno le plumerie di Tom?
Sono felice che molte si sono salvate e stanno veramente bene :P urca che crescita!
A questo punto sono ansiosa di vedere le fioriture :mrgreen:
Avatar utente
danymo
Moderatrice
 
Messaggi: 2174
Iscritto il: 08/11/2007, 1:52
Località: Cupramarittima (AP)
Socio: Si
Locazione Invernale: In serra fredda, in terrazzo
Locazione Estiva: All'aperto
Coltivo dal: 1992

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 13/08/2011, 10:14

danymo ha scritto:....A questo punto sono ansiosa di vedere le fioriture :mrgreen:

Posso consigliarti l'Ansiolin o simili ma nient'altro.... :lol: Ci vorranno come minimo due-tre anni (più tre che due), speriamo che il Forum esista ancòra e che ci si trovi come oggi :)
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda danymo » 13/08/2011, 17:05

Cosa vuoi che siano due-tre anni, passano così in fretta ... ahimè :cry: :cry_baby: :lol:
Avatar utente
danymo
Moderatrice
 
Messaggi: 2174
Iscritto il: 08/11/2007, 1:52
Località: Cupramarittima (AP)
Socio: Si
Locazione Invernale: In serra fredda, in terrazzo
Locazione Estiva: All'aperto
Coltivo dal: 1992

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 13/08/2011, 18:04

danymo ha scritto:.... due-tre anni, passano così in fretta ... ahimè :cry: :cry_baby: :lol:

Ahitè???? Ahimè !!! (pssssssttttt, il 31 Agosto sarà il mio ultimo giorno di servizio in Unicredit, poi... :wheelcha: pensionato! Ma come? Non è ieri che mi sono diplomato??? )
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Aggiornamento Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 11/09/2011, 16:27

Allora.... facciamo un bilancio...
Semi posti in germinazione 52, germinati 37, plantule distrutte dal "colpo di sole" (accidenti a me) 15, salvate: in buone condizioni 17, acciaccate 5.
Ancorchè parecchio indietro come sviluppo, le 5 acciaccate sono ormai fuori pericolo quindi.... 22 Plumerie in accrescimento e...che accrescimento !!!
Ho dovuto inserire un tutore (la prossima volta lo posizionerò già al momento della semina per evitare di danneggiare le radici con l'inserimento a plantule già sviluppate) perchè - attesa la dimensione delle foglie - il minimo soffio di vento le faceva ondeggiare e, supponendo le radici non ancòra sufficientemente grosse, queste continue sollecitazioni proprio alla zona del colletto non mi piacevano neanche un po'.
Già da un mese fertilizzo settimanalmente alternando un 20:20:20 al 25% della dose di etichetta ed il Plagron (estratto di alghe 4:7:9) a dosaggio standard.
Et voilà (i tutori sono alti esattamente 31 cm.):

Plumerie11Set.JPG
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda pagliara nicola » 11/09/2011, 17:54

Beh! Tom dopo le vicissitudini passate vedo che alla fine le piante stanno venendo su e alla grande :) .Non resta che attendere la prima fiorituta.
Ed auguri per la pensione.
Ciao Nicola
pagliara nicola
 
Messaggi: 1135
Iscritto il: 15/02/2008, 21:21
Località: Palagiano (TA)
Socio: Si
Locazione Invernale: Terrazzo e in campagna le voluminose
Locazione Estiva: Terrazzo e in campagna le voluminose
Coltivo dal: 1981

Re: Aggiornamento Plumerie thailandesi

Messaggioda bruno » 11/09/2011, 19:32

Tom ha scritto: il minimo soffio di vento le faceva ondeggiare e, supponendo le radici non ancòra sufficientemente grosse, queste continue sollecitazioni proprio alla zona del colletto non mi piacevano neanche un po'.


se non ricordo male qualche coltivatore suggeriva di usare vasi stretti e profondi mantendo più basso il livello del terriccio proprio per ovviare a questo inconveniente, anche un tutore secondo me va bene. Sono contento di sapere che molte si sono salvate, aspettiamo di vedere presto i fiori :)
Bruno
Avatar utente
bruno
Amministratore
 
Messaggi: 6176
Iscritto il: 22/08/2007, 12:11
Località: roma
Socio: Si
Locazione Invernale: In terrazzo, dove trovo posto
Locazione Estiva: Sul terrazzo
Coltivo dal: 1991

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 11/09/2011, 20:41

Chi commercializza i semi dice che per fiorire ci vogliono mediamente tre anni ma un collezionista di Plumerie mi ha detto che a suo avviso, per quelle nate da seme, ce ne vogliono almeno cinque.... :(
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Rachele » 12/09/2011, 6:11

Non avevo dubbi che alla fine le cose sarebbero andate benone ! :clap2:
Ke la forza sia con te...
Avatar utente
Rachele
Moderatrice
 
Messaggi: 5705
Iscritto il: 24/07/2009, 9:16
Località: Forlì
Socio: Si
Locazione Invernale: Serra riscaldata, garage,corridoio,bagno adibito solo a piante,e ovunque si creino le condizioni ideali!
Locazione Estiva: Serra aperta , giardino e veranda , appese agli alberi...ovunque!
Coltivo dal: 1996

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 12/09/2011, 7:22

Rachele ha scritto:Non avevo dubbi che alla fine le cose sarebbero andate benone ! :clap2:

Se qui in Sicilia - dove le Plumerie sia in vaso che in piena terra trascorrono tranquillamente gli inverni all'aperto prendendosi tutte le piogge - mi fosse andata male, beh... avrei proposto di espellermi dal Forum.... :lol:
Prendendo a modello una vecchissima pubblicità della Crema Bel Paese, posso dire "Niente :clap2: per me, tutto il merito - è palese - alla Plumeria thailandese" :lol: :lol:
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda thea » 12/09/2011, 17:30

Ora della fine tutto è finito in bene. D'inverno dove le lascerai? Ho un'unica Plumeria acquistata 2 anni fa ad Orticola e non ho
ancora visto un fiore, colpa del clima? Stiamo a vedere sperando nell'anno venturo.
Thea
thea
 
Messaggi: 871
Iscritto il: 27/04/2010, 10:18
Località: bergamo
Socio: Si
Coltivo dal: 1990

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 12/09/2011, 18:42

thea ha scritto: D'inverno dove le lascerai?

Quest'anno non ho semine in corso e nessun cactus da tenere in germinatoio dove, in genere, ponevo una selezione dei migliori nuovi nati per trascorrere il loro primo inverno.
Il germinatoio - con 25 °C minimi di giorno, 21 °C di notte e 250 watt di Phytolite per 10 ore giornaliere - simula una sorta di "lunga primavera", i cactus non vanno a riposo, bagnati settimanalmente e fertilizzati come in periodo di attività vegetativa continuano a crescere e i più precoci anche a fiorire.
C'è spazio abbastanza per metterci le Plumerie, la semina è stata un po' tardiva (26 Giugno) e mi sentirei più sicuro tenendole al calduccio per questa prima stagione invernale.
Però temo la loro crescita, posso lasciare che si avvicinino alle lampade sino a circa 5 cm. quindi ho un'altezza utile di circa 30 cm. ma le plantule stanno già oltre i 20 cm., se crescessero oltre dovrò tirarle fuori e, in questo caso, le trasferirei in una sorta di miniserra, realizzata quest'estate con alluminio e policarbonato, destinata a fare da ricovero invernale per Asclepediaceae e Melocactus cui garantisco 13 °C ma senza alcuna illuminazione artificiale.
Sinceramente non è che mi senta sicurissimo di questa scelta, coi cactus ha sempre funzionato eccellentemente ma la "lunga primavera" è stata protratta sino all'arrivo della successiva reale primavera, non ho avuto bisogno di interromperla a metà, l'altezza disponibile è sempre stata ovviamente sufficiente.
Mi conforta la possibilità di evitare un eventuale brusco passaggio alla temperatura invernale esterna ma qualsiasi opinione, anche diversa, sarà benvenuta. :?
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 24/09/2011, 13:07

Poichè questo argomento ha riscosso un certo interesse ed ho promesso di mantenerlo aggiornato, evito di duplicare quanto scritto in "Malattie" e mi limito soltanto a riportare una infestazione da ragnetto rosso di cui potrete leggere QUI
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 14/02/2012, 14:09

Dovuto aggiornamento "invernale"....
Le Plumerie tenute in germinatoio e fertilizzate settimanalmente al 25% della normale diluizione, mi pare stiano più che bene, sono un po' troppo vicine una all'altra ma lo spazio è quello che è......

Plumies01.JPG


Plumies02.JPG

Atteso che al minimo urto cascavano e non potendo procedere adesso al rinvaso in contenitori a base più ampia, ho adottato un piccolo accorgimento per stabilizzarle

Plumies03.JPG

Queste, invece, sono le cinque che non hanno trovato posto in germinatoio e stanno in miniserra con minime di 8 °C di notte e 11 °C di giorno, solo leggera bagnatura settimanale e nessun fertilizzante, l'aspetto è solo un po' migliore delle Plumerie tenute in questo periodo a cielo aperto (parliamo ovviamente di Palermo, eh?) ma credo che ce la faranno senza problemi.

Plumies04.JPG
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 05/04/2012, 13:06

Sempre con lo scopo di mantenere aggiornato il thread....
Ho provveduto a rinvasare gli esemplari che, avendo trascorso l'inverno in germinatoio, hanno continuato a vegetare e crescere.

PlumiesRinv01.JPG


PlumiesRinv02.JPG


PlumiesRinv03.JPG

Le cinque che, invece, hanno trascorso l'inverno solo un po' al riparo, pur essendo in perfette condizioni non sono ovviamente cresciute, adesso hanno l'apice lucido ma non accennano ad emettere foglie, penso ci vorrà almeno un mese o più quindi attenderò che abbiano almeno uno o due palchi di foglie per procedere anche al loro rinvaso.

PlumiesNoGerm01.JPG


PlumiesNoGerm02.JPG


Alla prossima :)
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda danymo » 05/04/2012, 16:41

Bellissime Tom :clap2: vedrai che anche le altre 5, come giustamente dici, si riprenderanno presto :D

Adesso però mi devi spiegare quanto tempo hai impiegato per fissare le cannucce di bambù al centro del vaso :lol: , hai usato un filo di ferro?
Il filo che scende nel terreno l'hai infilato nel buco del vasetto? Un lavoro perfetto :P , che mente geniale :mrgreen:
Avatar utente
danymo
Moderatrice
 
Messaggi: 2174
Iscritto il: 08/11/2007, 1:52
Località: Cupramarittima (AP)
Socio: Si
Locazione Invernale: In serra fredda, in terrazzo
Locazione Estiva: All'aperto
Coltivo dal: 1992

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 05/04/2012, 18:20

danymo ha scritto:..... Un lavoro perfetto :P , che mente geniale :mrgreen:

Sto viaggiando sospeso a mezzo metro da terra, un complimento come questo non è di tutti i giorni !!!
Fate i complimenti per una sua realizzazione ad un "Fai-da-te" sfegatato ed il suo ego ne sarà così tanto lusingato da scatenarne il più ignobile esibizionismo.... Te la sei voluta, eh?
Il problema non era proprio semplicissimo perchè occorreva tener conto di almeno due elementi critici :

1) Le Plumerie hanno una folta chioma e, quindi, oppongono forte resistenza al vento
2) Sono piante che amano un substrato molto soffice, il tutore non può quindi essere sostenuto dal terriccio in quanto poco compresso

Tutti i vasi con la versione finale sono stati già utilizzati, ti documento la soluzione servendomi di quelli, ancòra vuoti, nei quali avevo adottato un sistema leggermente diverso che probabilmente aggiornerò alla nuova soluzione.
Mi ero servito di stecchi di bambù (quelli monouso per gli spiedini) fatti passare attraverso fori praticati nelle canne ma, poi, ho temuto che in breve possano perdere di tenuta e son passato alla soluzione "fil di ferro".

Sul foro di sgrondo è posta una reticella e su questa poggia la canna di bambù:

PlumiesTutori01.jpg

Dei cocci spessi circa mezzo cm. circondano alla base il tutore:

PlumiesTutori02.jpg

Del lapillo granulometria 3-5 riempie gli spazi vuoti impedendo che i cocci possano spostarsi:

PlumiesTutori03.jpg

Uno strato finale di lapillo granulometria 1-2 mm. fa da filtro a particelle di terriccio che potrebbero ostruire lo sgrondo:

PlumiesTutori04.jpg

La soluzione "fil di ferro" mi è sembrata più affidabile ed allora ho preparato dei cerchietti di misura adatta a potersi arrestare sotto al collare del vaso.
Poichè sarebbero stati sottoposti ad una certa trazione ho preferito saldarne i capi piuttosto che intorcinarli:

PlumiesTutori05.jpg

Due spezzoni di fil di ferro, posti perpendicolarmente e girati intorno alle canne, vanno ad agganciare il cerchietto sotto al collare del vaso, vengono posti bene in tensione e rigirati intorno al bordo :

PlumiesTutori06.jpg


PlumiesTutori07.jpg

Unica accortezza: se si è tanto buontemponi da tirare verticalmente la canna verso l'alto è ovvio che sia tutto da rifare.... Per evitare il rischio basterebbe, per esempio, usare uno spezzone di reticella sagomato come il fondo del vaso e fissarlo preventivamente alla canna in un qualsiasi modo (colla a caldo, legature con filo di nylon, etc...) ma ho preferito evitare perchè alcuni di questi esemplari sono destinati ad essere donati e non vorrei creare difficoltà a chi, tra un paio d'anni, dovrà effettuare il prossimo rinvaso.
Se nella penultima foto ti incuriosisse il substrato....
50% pomice ed il restante 50% terra da giardino, torba acida e terriccio universale in parti all'incirca eguali, qualche manciata di foglie di faggio e di aghi di pino grossolanamente tagliuzzati, qualche manciata di polistirolo grattugiato (i granuli bianchi visibili in superficie), 2 grammi di farina d'ossa per ogni litro di composta.
Ok, ok, sempre detto che dopo la chiusura dei manicomi c'è gente pericolosa in giro....
Ciaoooooo :lol:

P.S. Dimenticavo.... intorno al "colletto" per circa un cm. di spessore ho posto lapillo piuttosto che composta, non si sa mai.... :lol:
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Rachele » 05/04/2012, 20:32

Ti invidio tremendamente una serie di qualità :
-l'astuzia
-la fantasia e la creatività
-le capacità tecniche
-la pazienza e la meticolosità
-la capacità di affrontare la coltivazione in maniera innovativa , originale e pure esteticamente bella a vedersi
Non meno importante ti invidio il pensionamento , cosa che temo molti di noi non vedranno mai.
6 un grande !!!
Ke la forza sia con te...
Avatar utente
Rachele
Moderatrice
 
Messaggi: 5705
Iscritto il: 24/07/2009, 9:16
Località: Forlì
Socio: Si
Locazione Invernale: Serra riscaldata, garage,corridoio,bagno adibito solo a piante,e ovunque si creino le condizioni ideali!
Locazione Estiva: Serra aperta , giardino e veranda , appese agli alberi...ovunque!
Coltivo dal: 1996

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 05/04/2012, 21:51

Se, dopo i complimenti di Daniela, mi libravo a mezzo metro da terra adesso sto almeno al doppio, spero non mi finisca come al Fantozzi.... Comunque grazie, troppo buona.
Sul pensionamento mi rendo conto che le giovani generazioni se la vedranno abbastanza male però renditi conto che tu possiedi un bene che non ha prezzo ossia qualcosa come oltre vent'anni di meno... :)
Ciao, "Raquel" :wink:
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda danymo » 06/04/2012, 18:07

Fantastico Tom, anche la tua spiegazione è perfetta e dettagliata :up: . I complimenti sono più che meritati :bow:

Un'altra domanda che mi frulla in testa da tanto tempo riguarda il polistirolo grattugiato: ha la stessa funzione degli altri inerti? quando annaffi non viene a "galla" nel vaso? (forse ho detto una stupidaggine dietro l'altra, ma la tua miscela mi incuriosisce :mrgreen: )

ciao :D
Avatar utente
danymo
Moderatrice
 
Messaggi: 2174
Iscritto il: 08/11/2007, 1:52
Località: Cupramarittima (AP)
Socio: Si
Locazione Invernale: In serra fredda, in terrazzo
Locazione Estiva: All'aperto
Coltivo dal: 1992

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 06/04/2012, 18:49

danymo ha scritto:Fantastico Tom, anche la tua spiegazione è perfetta e dettagliata :up: . I complimenti sono più che meritati :bow:
Un'altra domanda che mi frulla in testa da tanto tempo riguarda il polistirolo grattugiato: ha la stessa funzione degli altri inerti? quando annaffi non viene a "galla" nel vaso? (forse ho detto una stupidaggine dietro l'altra, ma la tua miscela mi incuriosisce :mrgreen: )
ciao :D

Sto arrivando al metro e mezzo da terra... tra un po' picchierò la testa contro i lampadari di casa.... :lol:
Io sono arrivato al polistirolo grattugiato quando mi è sembrato che sia pomice che lapillo trattenessero una quantità di acqua tale da impedire l'asciugatura del substrato nel tempo mediamente raccomandato che dovrebbe stare intorno ai 2-3 giorni.
Ciò, ovviamente, dipende da tutti quei fattori climatici che immagini facilmente e, nel mio caso, è fortemente legato alla parabola descritta dal sole ed ai palazzi circostanti che proiettano ombra dato che si tratta di palazzi di circa sette piani mentre il mio terrazzo sta in cima ad una piccola casa a due piani.
Chimicamente parlando il polistirolo è proprio un inerte assoluto nel senso che non può cedere una sola molecola solubile, non assorbe poi nemmeno una goccia d'acqua quindi permette di ridurre la ritenzione idrica del substrato cui viene mescolato, ammesso che 100 cc. di pomice o di lapillo riescano a trattenere 50 cc. di acqua (numeri buttati lì a caso solo come esempio, eh?) allora 100 cc. costituiti da 50 cc. di pomice o lapillo e 50 cc. di polistirolo ne tratterrano soltanto 25.
Il problema del venire a galla in effetti esiste e ciò, soprattutto, se innaffi a pioggia o, comunque, con getto abbondante.
Avrai forse notato nelle mie foto che in superficie c'è sempre (nelle Plumerie devo ancòra aggiungerlo) uno strato di graniglia mista (ghiaietto di quarzo, lapillo nero, lapillo rosso) e questo serve proprio ad evitare presenza in superficie di polistirolo che il vento farebbe volar via facendolo anche finire negli scarichi pluviali del terrazzo, cosa poco raccomandabile.... :(
Innaffiando con getto moderato, comunque, non si crea un temporaneo allagamento del vaso, il substrato è molto drenante e lascia sgrondare immediatamente l'acqua in eccesso senza che si creino effetti di galleggiamento del polistirolo.
Non posso esimermi, comunque, dal metterti in guardia dalla "rognosità" del grattugiar polistirolo (quello in palline non è utilizzabile, sta sempre a galla), occorre essere attrezzati, disporre di un locale dove si possa far di tutto senza particolari preoccupazioni di pulizia ed essere mooooooooooooolto pazienti.... :lol:
Resto comunque a tua disposizione ove volessi imboccare questa strada (quasi che coi cactus non avessimo già abbastanza spine....) :lol:
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Rachele » 06/04/2012, 20:01

Tom ha scritto:Se, dopo i complimenti di Daniela, mi libravo a mezzo metro da terra adesso sto almeno al doppio, spero non mi finisca come al Fantozzi.... Comunque grazie, troppo buona.
Sul pensionamento mi rendo conto che le giovani generazioni se la vedranno abbastanza male però renditi conto che tu possiedi un bene che non ha prezzo ossia qualcosa come oltre vent'anni di meno... :)
Ciao, "Raquel" :wink:

:D :D :D volevo proprio gasarti !!!! :lol:
Ciao by Raquel ! :wink:
Ke la forza sia con te...
Avatar utente
Rachele
Moderatrice
 
Messaggi: 5705
Iscritto il: 24/07/2009, 9:16
Località: Forlì
Socio: Si
Locazione Invernale: Serra riscaldata, garage,corridoio,bagno adibito solo a piante,e ovunque si creino le condizioni ideali!
Locazione Estiva: Serra aperta , giardino e veranda , appese agli alberi...ovunque!
Coltivo dal: 1996

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda danymo » 07/04/2012, 9:27

Grazie Tom, tutto chiaro :D ma non credo che intraprenderò questa esperienza, posso immaginare cosa sia grattugiare il polistirolo :x
Mi fermo qui, altrimenti inizi a volare :lol:
Avatar utente
danymo
Moderatrice
 
Messaggi: 2174
Iscritto il: 08/11/2007, 1:52
Località: Cupramarittima (AP)
Socio: Si
Locazione Invernale: In serra fredda, in terrazzo
Locazione Estiva: All'aperto
Coltivo dal: 1992

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Tom » 07/04/2012, 9:56

danymo ha scritto:.....Mi fermo qui, altrimenti inizi a volare :lol:

Grazie, Daniela, finirei col picchiare il capo sul soffitto.... :lol:

FantozziVola.jpg
Tom
_________________________
Ho amici moooolto spinosi...... :)

Album foto su Facebook
Avatar utente
Tom
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 09/09/2008, 4:46
Località: Palermo
Socio: No
Locazione Invernale: Terrazzo, sotto tettoie trasparenti alla luce ma impermeabili alla pioggia
Locazione Estiva: Terrazzo
Coltivo dal: 1970

Re: Plumerie thailandesi

Messaggioda Camilla87 » 14/05/2012, 19:55

complimenti le tue plumerie sono splendide :D
Camilla87
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 27/02/2011, 14:25
Località: Ascoli Piceno
Socio: No
Locazione Invernale: in serra fredda le 'toste' e nell'androne delle scale le più delicate
Locazione Estiva: terrazza e giardino e qualsiasi davanzale possibile!
Coltivo dal: 2003

PrecedenteProssimo

Torna a Semina e propagazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti